Skip to main content

La Comune di Ferrara > ANNA ZONARI SINDACA

Campagna 100+ donne con Anna

Anna Zonari rappresenta la possibilità di un cambiamento radicale per Ferrara.
Una Sindaca donna non è solo una diversa vocale, è tutta un’altra storia, un vento nuovo anche nel metodo: concretezza, dialogo, collaborazione, trasparenza, determinazione.
Da oltre 65 anni Ferrara non ha una Sindaca. Pensiamo che la nostra città abbia bisogno di una donna capace di includere e non escludere, in grado di attivare strumenti stabili di partecipazione reale che conosce, che ha sempre praticato. È necessaria una Sindaca che ponga al centro la città e chi la abita, che creda – e Anna l’ha già dimostrato in tutto il proprio percorso di vita e di lavoro – nella cooperazione, nella squadra, non nell’individuo solo al comando. Una Sindaca competente, che non scopre improvvisamente la necessità di ridurre drasticamente l’inquinamento ambientale, di difendere e rilanciare i beni comuni, di proteggere tutte le persone più fragili, di agire per il lavoro e per evitare la desertificazione sociale, economica e culturale della città; non lo scopre ora perché per tutto questo si è sempre battuta. È necessaria una Sindaca per restituire Ferrara alla sua bellezza e alla sua umanità, per affrontare e sciogliere, in un dialogo con tutte e con tutti, i nodi del presente e del futuro. Crediamo che Ferrara abbia bisogno – noi abbiamo bisogno – di un futuro diverso, di una trasformazione profonda. Ferrara può e deve cambiare.

Con Anna Zonari e con tutte noi.

 

Hanno sottoscritto la campagna:

Caterina Orsoni | Maria Calabrese | Barbara Arcari | Malek Fatoum | Dorina Venturini | Arianna Chendi | Laura Albano | Marta Leoni | Giuliana Andreatti | Elena Berveglieri | Silvia Trombetta | Silvia Dambrosio | Grazia Filieri | Emanuela Cavicchi | Adriana di Pietro | Giulia Fiore | Clelia Galliani | Claudia Titi | Miriam Cariani | Cinzia Pusinanti | Elisa Toro | Rita Tartari | Gabriella Marchesin | cleonice dondi | Sarina Mangione | Monica Baglioni | Eugenia Serravalli | Laura Piva | Maria Rita Sapienza | Carola Ruggeri | Corinna Mezzetti | Milena Stefanini | ilaria pasti | Cecilia Lunghi | Daniela Cataldo | Valentina Faggion | Monica Baraldi | Maria Stella Messina | Anna Golinelli | Brunella Lugli | Franca Mazzanti | Maria Angela Malacarne | Lorella Rizzatti | Patrizia Garuti | Laura Faccini | Carla Cilotti | Anna Fiori | Matilde Bortolotti | Silvia Giori | Elena Branca | Noemi Lambertini | Roberta Verri | Valentina Miglioli | Marcella Ravaglia | Maurizia Capuzzo | Paola Feletti Spadazzi | Daria Giordani | Barbara Diolaiti | Laura Rossi | Silvia Peretto | Morena Felisatti | Alida Nepa | Claudia Zanotti | caterina balboni | Sandra Pareschi | Laura Carcereri de Prati | Ornella Menculini | Olimpia Orciuolo | Daniela Schiavi | Salha Taieb | Amira Fatoum | Maria Elena Forini | Elena Callegari | Francesca Rinaldi | Caterina Ferraresi | Giovanna Tonioli | Rossana Covi | Paola Guerzoni | Eleonora Camerani | Laura Brondi | Giulia Ciarpaglini | Milena Milani | Elisabetta Scavo | Dida Spano | Caterina Sateriale | Zelima Cirelli | Gaia Pollastri | Cristina Sorio | Saura Rabuiti | Nada Guettech | Sara Guettech | Fadila Guetteche | Monica Bighi | Rita Sangiorgi | Iman Srihi | Sara Cortesi | Luciana Clara Rezzadore | Giuliana Castellari | Chiara Bendin | Daniela Libanori | Eileen Romano | Cecilia Bandiera | Patrizia Alberighi | Carla Brandi | Paola Giraud | Patrizia Trentini | Emma Consiglia Rizzo | Laura Bregoli | Chiara Pavani | Maria Paola Zonari | Anna De Togni | Dora Martiello | Emanuela Zucchini | Silvana Collini | Federica Fiorini | Silvana Senzani | Alice Cirelli | Amani Ouertani | Annik Perin | Ester Leonardi | Teresa Cavalletti | Fabiana Gregori

News

IL WELFARE DI COMUNITÀ SI FA CON UN’AMMINISTRAZIONE CONDIVISA

IL WELFARE DI COMUNITÀ SI FA CON UN’AMMINISTRAZIONE CONDIVISA

21/04/2024
IL WELFARE DI COMUNITÀ SI FA CON UN’AMMINISTRAZIONE CONDIVISA In questa società, sempre più complessa e con un welfare pubblico in costante difficoltà, è urgente ripensare le politiche sociali in u…
Cohousing e Anziani

LA CASA, GLI ANZIANI, IL COHOUSING: I NOSTRI ULTIMI TRENT’ANNI

18/04/2024
LA CASA, GLI ANZIANI, IL COHOUSING: I NOSTRI ULTIMI TRENT’ANNI Sono sollevata di invecchiare, mi godo ogni momento di questi anni; ho avuto storie, figli, adesso nipoti e ho davanti – statisticamen…

IL “CONTROLLO DI VICINATO” PER LA SICUREZZA DEL TERRITORIO (MA NON SOLO)

15/04/2024
IL ‘CONTROLLO DI VICINATO’ PER LA SICUREZZA DEL TERRITORIO (MA NON SOLO)   Il buon vicino è il miglior ausilio alla prevenzione delle intrusioni nelle case, e i nostri occhi e le nostre orecch…

LA “QUESTIONE SICUREZZA”:  È SEMPRE E SOLO COLPA DEGLI STRANIERI?

12/04/2024
LA ‘QUESTIONE SICUREZZA’:  È SEMPRE E SOLO COLPA DEGLI STRANIERI?   La costante demonizzazione degli stranieri da parte dell’attuale Amministrazione Comunale si sta rivelando un pericoloso div…

Il programma scritto con le cittadine e i cittadini

Cara elettrice, caro elettore, i punti che stai per leggere sono il frutto del nostro percorso partecipativo. In questa fase stiamo ancora approfondendo con incontri sul territorio. Se tornerai domani su questo sito probabilmente troverai nuove idee e nuovi spunti. Contribuisci anche tu, siamo sempre aperti al contributo di tutti.

1 Ferrara città inclusiva, accogliente, solidale e sicura

Una Ferrara che tutela i diritti di cittadinanza e valorizza le diversità. Che riorganizza gli spazi avvicinando alle persone i servizi fondamentali, come asili nido e scuole, centri culturali, fermate del trasporto pubblico. Che promuove la collaborazione di vicinato e la coabitazione di gruppi diversi. Che ascolta i bisogni e rende facilmente disponibili informazioni e risorse. Che non sminuisce le paure ma non le ingigantisce, concentrandosi sempre sulle soluzioni dei problemi.

2 Ferrara città democratica e partecipata

Una Ferrara che vede le assemblee di cittadine e cittadini integrate nei percorsi decisionali che determinano il futuro della città. Pratiche di democrazia diffuse nel territorio – a livello di quartiere o tematico – favorite dalla presenza di spazi di aggregazione messi a disposizione di tutti.

3 Ferrara città delle arti e delle culture

Una Ferrara che valorizza le forme di cultura che si producono ogni giorno, offrendo spazi sostenibili per fare arte, musica e teatro; che stimola forme di educazione tra le generazioni e crea le condizioni perché le conoscenze e competenze derivanti dalla ricerca nelle scuole e nell’università siano messe al servizio della crescita umana ed economica della città. Una città nella quale le biblioteche non sono più trattate come un “centro di costo”, ma come uno strumento fondamentale per la crescita culturale della città.

4 Ferrara città per il clima

Una città che vuole raggiungere l’obiettivo di neutralità climatica e si impegna per la sostenibilità in tutti i settori. Che contrasta l’inquinamento dell’aria e rende vantaggiosi il trasporto pubblico e la mobilità dolce. Una città-parco che crea corridoi verdi di raccordo con la campagna, per aumentare la biodiversità e ridurre i rischi delle ondate di calore. Che si oppone alla cementificazione e al consumo di suolo, che de-pavimenta e realizza infrastrutture adatte al contenimento per fronteggiare il rischio di alluvioni e allagamenti. Una Ferrara che, a partire dagli edifici pubblici, incentiva le forme di autoproduzione delle energie rinnovabili, come ad esempio le comunità energetiche.

5 Ferrara città che si riprende i beni comuni

Una Ferrara che rende pubblica e partecipata la gestione dell’acqua e dei rifiuti per risparmiare e investire i soldi in modo efficiente, tutelare le risorse, perseguire l’obiettivo “Rifiuti Zero”. Che promuove e tutela il verde pubblico e i servizi ecosistemici, favorendo una mobilità integrata elettrica (pubblica e privata) e ciclopedonale. Che riconosce nel diritto alla casa una condizione fondamentale per una vita dignitosa, come sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

6 Ferrara città della salute e del benessere

La salute non è soltanto assenza di malattia, ma uno stato di benessere completo: fisico, mentale e sociale. Guidati dai principi dell’art. 32 della Costituzione – “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”, vogliamo una città che favorisca attivamente la salute dei suoi cittadini, investendo nella prevenzione e nella cura, garantendo servizi adeguati per tutte le età, dalle cure all’infanzia agli spazi per gli anziani. In ciascuno dei nove punti del nostro programma sono presenti azioni mirate al benessere psico fisico delle persone.

7 Ferrara città dell’economia, del lavoro

Le potenzialità di Ferrara, a partire dalla sua centenaria tradizione culturale, dalla sua prestigiosa Università e dalle sue molte eccellenze, devono essere inquadrate in una visione strategica integrata di medio e lungo periodo, tesa a perseguire gli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030. Per concretizzare questa visione occorrono strumenti di Amministrazione condivisa, che mettano al centro la co-programmazione e la co-progettazione, al fine di creare un sistema territoriale concretamente in grado di “mettere a terra” gli obiettivi, valorizzando le vocazioni del nostro territorio in termini di innovazione e competenze distintive, anche tramite un dialogo “win-win” con altri sistemi territoriali di rilievo sovra-provinciale, nazionale e internazionale.

8 Ferrara città che ridà il futuro alle giovani generazioni

Una Ferrara che sostiene i progetti aiutandoli a realizzarli, rendendo i giovani protagonisti – non solo come consumatori – della città che vivono. Amministrazione Comunale, Università e imprese insieme per realizzare una città campus che produce non solo titoli di studio, ma anche opportunità lavorative. Che promuove lo sport come luogo di incontro e di crescita. Che consente ai bambini e alle bambine di vivere la città in autonomia e di riappropriarsi degli spazi aperti.

9  Ferrara città per le donne

Una città a misura di donna è una città a misura di tutte e tutti, indipendentemente da identità di genere, età, scelte di vita, appartenenza geografica e confessione religiosa. È tempo di cambiare, di approcciare la cultura, la politica, il lavoro e ogni ambito della vita in modo diverso. È tempo di abbandonare un atteggiamento predatorio, aggressivo e muscolare per abbracciare concretezza, attenzione, cura, solidarietà e praticare alleanze. È tempo di fare un salto in avanti per la parità e le politiche di genere, perché le donne possano essere libere di scegliere.

Vuoi essere anche tu protagonista di questa esperienza di partecipazione e contribuire a progettare il futuro di Ferrara? Scrivici, sarai ricontattato!

Come potresti aiutare?

Il tuo indirizzo email sarà usato solo per contattarti e tenerti aggiornato sulle nostre iniziative. Il tuo indirizzo non sarà mai ceduto a terzi o utilizzato per fini commerciali di alcun tipo.