Skip to main content

La Comune di Ferrara > ANNA ZONARI SINDACA

Le immagini fantascientifiche che stai vedendo in alcune pagine di questo sito sono in gran parte prodotte con intelligenza artificiale e non rappresentano un programma. Vuoi che sia la tua fantasia a disegnare il futuro della città? Partecipa anche tu alle attività de “La Comune di Ferrara”. Sostituiremo nel tempo le immagini artificiali con scatti reali delle attività sviluppate dal nostro gruppo.

Rigenerazione urbana a Ferrara, terra e acqua conditi di dialogo

Linda è neoassunta in Comune, in forza al Settore urbanistica con la funzione specifica di tenere aperta e agile la comunicazione e la collaborazione con Unife e Urban Center. Obiettivo: rigenerazione urbana!

“Si fa presto a dire rigenerazione urbana, ma non bisogna intenderla come una categoria generica che trascina con sé una quantità di significati e declinazioni non sempre coerenti tra loro, anzi spesso in conflitto. Per questo abbiamo fin da subito ribadito la centralità dell’interesse pubblico nelle operazioni da avviare, con un ruolo dell’amministrazione pubblica non di facilitatrice delle richieste dei privati ma di gestrice dei processi, cosa possibile grazie all’autorevolezza della sua governance.”

“Sulla decostruzione: fin da subito la progressiva naturalizzazione delle città è stata orientata verso la complessità ecosistemica, per gestire i fenomeni meteorici sempre più estremi mediante aree verdi e infrastrutture che ridisegnano gli spazi pubblici e permettono il controllo e riuso e dell’acqua piovana. In altre parole, ci siamo accorti che era necessario ripensare le piazze e le strade come aree di laminazione delle acque piovane intense, favorendo un disegno in grado di affiancare il sistema urbano di raccolta e smaltimento delle acque.

“Sulla vivibilità: contemporaneamente è stato necessario ripensare l’organizzazione degli spazi pubblici dei quartieri della città per favorire sicurezza e mobilità attiva per anziani e bambini. Stiamo coinvolgendo ultimamente il mondo del commercio, mettendolo in relazione con il tema della mobilità. Non sfugge poi il fatto che, se si vuole realizzare una città della prossimità, nel commercio e nei servizi bisogna probabilmente rivedere il modello basato sui centri commerciali. Come si vede, la progettazione coinvolge molti settori e ambiti, molte professionalità, il nostro sforzo principale è far dialogare tutti i soggetti al meglio e con un occhio al futuro prossimo. Dopotutto la mia formazione -laurea in sociologia con master in previsione sociale- serve esattamente a questo.”

“Sull’abitare: il tema più caldo e complesso, ovvero elaborare un piano casa programmando risorse per i prossimi 10 anni per alloggi dedicati alle fasce più marginali, studenti e a chi cerca affitto a canone agevolato, quantificando in maniera sostenibile e a consumo di suolo zero. In modo che la giustizia climatica e sociale non resti solo uno slogan. Determinante a tale proposito è il rapporto di stretta collaborazione con ACER Ferrara. La condivisioni di strategie e progetti è importante per l’Amministrazione: per il diritto all’abitare il ruolo di una agenzia come ACER è presidio di democrazia nella nostra comunità”

Qui mancano le tue idee!

I contenuti che stai leggendo non sono un programma elettorale già scritto, sono solo spunti di partenza volutamente incompleti che richiedono una elaborazione condivisa. Quali tematiche mancano secondo te? Quali approfondimenti?

Scrivici e proponi il tuo contributo!

Altri temi

Welfare

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione…

Ferrara, un territorio che fa scuola

Ferrara, un territorio che fa scuola. Nella giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e d…

Ventitrè settembre duemilaetrenta

“Era il tempo migliore e il tempo peggiore, la stagione della saggezza e la stagione della follia…

Energia ed Efficienza per gli spazi pubblici

Stefania Cavallari era seduta nel suo ufficio, quasi sprofondata dentro la grande poltrona a form…