Skip to main content

La Comune di Ferrara > ANNA ZONARI SINDACA

Autore: admin

Malek Fatoum

Mi chiamo Malek, sono nata a Ferrara 26 anni fa e ho conseguito una laurea in Ingegneria Civile e Ambientale presso l’Università di Ferrara. Faccio parte di una famiglia emigrata in Italia negli anni ’80, e rappresento perciò quella che oggi viene definita “seconda generazione”.

Il mio percorso formativo è iniziato con studi di tipo linguistico all’interno dei licei “G. Carducci” e “L. Ariosto”, dove ho completato il mio quadro di conoscenza dell’inglese, del francese e dello spagnolo, che si sono aggiunte alle mie due lingue madre: l’italiano e l’arabo. Successivamente ho deciso di intraprendere una carriera di tipo ingegneristico, guidata dall’interesse e dal fascino che la materia ha sempre esercitato su di me fin da bambina.

Oggi lavoro come commerciale tecnico presso aziende metalmeccaniche del territorio ferrarese, occupandomi della vendita dei prodotti “nostrani” a una clientela globale, fondendo così la passione per le lingue, i viaggi, il mondo dell’ingegneria e la predisposizione al contatto diretto ed indiretto con le persone, indipendentemente dalla loro provenienza.

Fin da quando avevo 12 anni mi sono dedicata a varie forme di attivismo, volte a sradicare i pregiudizi “razziali” che investono e declassano la nostra società, e a varie attività di volontariato a livello locale e internazionale in aiuto alle persone più bisognose.

Ho particolarmente a cuore il benessere della società e della città in cui viviamo e una grande volontà di dare un contributo significativo a livello civico, in nome dell’equità, della giustizia sociale e delle opportunità.

Credo che per gestire la società in maniera sana sia fondamentale focalizzarsi sui punti che le persone hanno in comune e non su ciò che le divide – come penso che purtroppo operino la maggior parte dei partiti – in modo da portare il concetto di “democrazia” al massimo del suo significato e permettere una convivenza efficace e produttiva tra le persone.

icona donne

9 Ferrara città per le donne

Una città a misura di donna è una città a misura di tutte e tutti, indipendentemente da identità di genere, età, scelte di vita, appartenenza geografica e confessione religiosa.
È tempo di cambiare, di approcciare la cultura, la politica, il lavoro e ogni ambito della vita in modo diverso. È tempo di abbandonare un atteggiamento predatorio, aggressivo e muscolare per abbracciare concretezza, attenzione, cura, solidarietà e praticare alleanze. È tempo di fare un salto in avanti per la parità e le politiche di genere, perché le donne possano essere libere di scegliere.

Continua a leggere

Giovani

8 Ferrara città che ridà il futuro alle giovani generazioni

Una Ferrara che sviluppa e rafforza la rete dei servizi da 0 a 6 anni tramite
l’abbattimento progressivo delle liste d’attesa e i costi a carico delle famiglie.
Che rafforza la collaborazione con e tra le Istituzioni Scolastiche per aprire le
scuole anche in orario extra scolastico, favorendo aggregazione e progetti
formativi. Una città che stipula un Patto per e con i giovani, sostenendo i loro
progetti di autonomia, rafforzando le reti di orientamento allo studio e al lavoro,
fornendo servizi sostenibili come spazi di coworking, incubatori di impresa,
convenzioni con servizi sul territorio e un piano casa su misura.
Un’Amministrazione Comunale che insieme all’Università, alle imprese, alle
Istituzioni culturali e sociali lavora per realizzare una “città campus” che non si
limita soltanto a erogare titoli di studio, ma offre opportunità lavorative e
culturali sul territorio, favorendo la sua internazionalizzazione.

Continua a leggere

Icona lavoro

7 Ferrara città dell’economia e del lavoro

Le potenzialità di Ferrara, a partire dalla sua centenaria tradizione culturale,
dalla sua prestigiosa Università e dalle sue molte eccellenze, devono essere
inquadrate in una visione strategica integrata di medio e lungo periodo, tesa a
perseguire gli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030.
Per concretizzare questa visione occorrono strumenti di Amministrazione
condivisa, che mettano al centro la co-programmazione e la co-progettazione,
al fine di creare un sistema territoriale concretamente in grado di “mettere a
terra” gli obiettivi, valorizzando le vocazioni del nostro territorio in termini di
innovazione e competenze distintive, anche tramite un dialogo “win-win” con
altri sistemi territoriali di rilievo sovra-provinciale, nazionale e internazionale.
Si tratta di rendere il nostro territorio accogliente, sicuro, attrattivo e capace di
generare imprenditorialità, produrre occupazione di qualità, contrastare le
diseguaglianze e la povertà, affrontare il problema dell’invecchiamento della
popolazione, generare innovazione tramite la scuola, l’Università, le imprese e i
Centri di Formazione Professionali, potenziare connessioni e accessibilità con
nuove infrastrutture, ridurre la frammentazione del territorio e consolidare
alleanze nell’area vasta.

Continua a leggere

icona vivere bene a ferrara

6 Ferrara città della salute e del benessere

La salute non è soltanto assenza di malattia, ma uno stato di benessere completo: fisico, mentale e sociale. Guidati dai principi dell’art. 32 della Costituzione – “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”, vogliamo una città che favorisca attivamente la salute dei suoi cittadini, investendo nella prevenzione e nella cura, garantendo servizi adeguati per tutte le età, dalle cure all’infanzia agli spazi per gli anziani.
In ciascuno dei nove punti del nostro programma sono presenti azioni mirate al benessere psico fisico delle persone.

Continua a leggere

icona beni comuni

5 Ferrara città che si riprende i beni comuni

Una Ferrara che rende pubblica e partecipata la gestione dell’acqua e dei rifiuti per risparmiare e investire i soldi in modo efficiente, tutelare le risorse, perseguire l’obiettivo “Rifiuti Zero”. Che promuove e tutela il verde pubblico e i servizi ecosistemici, favorendo una mobilità integrata elettrica (pubblica e privata) e ciclopedonale. Che riconosce nel diritto alla casa una condizione fondamentale per una vita dignitosa, come sancito dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Continua a leggere

icona clima

4 Ferrara città per il clima

Una città che vuole raggiungere l’obiettivo di neutralità climatica e si impegna per la sostenibilità in tutti i settori. Che contrasta l’inquinamento dell’aria e rende vantaggiosi il trasporto pubblico e la mobilità dolce.
Una città-parco che crea corridoi verdi di raccordo con la campagna, per aumentare la biodiversità e ridurre i rischi delle ondate di calore. Che si oppone alla cementificazione e al consumo di suolo, che de-pavimenta e realizza infrastrutture adatte al contenimento per fronteggiare il rischio di alluvioni e allagamenti. Una Ferrara che, a partire dagli edifici pubblici, incentiva le forme di autoproduzione delle energie rinnovabili, come ad esempio le comunità energetiche.

Continua a leggere

Arti e Culture

3 Ferrara città delle arti e delle culture

Una Ferrara che valorizza le forme di cultura che si producono ogni giorno, offrendo spazi sostenibili per fare arte, musica e teatro; che stimola forme di educazione tra le generazioni e crea le condizioni perché le conoscenze e competenze derivanti dalla ricerca nelle scuole e nell’università siano messe al servizio della crescita umana ed economica della città. Una città nella quale le biblioteche non sono più trattate come un “centro di costo”, ma come uno strumento fondamentale per la crescita culturale della città.

Continua a leggere

icona partecipazione

2 Ferrara città democratica e partecipata

…i mali della democrazia si curano con più democrazia…” (Jane Addams,
1902)

  • Una Ferrara che stimola e supporta processi di ascolto, di partecipazione, di
    collaborazione, di co-programmazione e co-progettazione per
    un’Amministrazione condivisa in grado di cogliere tutti gli aspetti di una società
    plurale ed eterogenea che muta molto rapidamente. Che integra le Assemblee
    di cittadine e cittadini nei percorsi decisionali determinanti per il futuro della
    città, incoraggiando pratiche di democrazia sul territorio – a livello di quartiere o
    tematico – favorite dalla presenza di spazi di aggregazione e partecipazione
    per il volontariato e il terzo settore. Una città che promuove il protagonismo e la
    cittadinanza attiva, e che coinvolge nel processo anche i suoi abitanti più
    giovani, ad esempio con l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle
    Ragazze.
  • Continua a leggere

    Ferrara inclusiva

    1 Ferrara città inclusiva, giusta, solidale e sicura

    Una Ferrara a misura delle persone che la abitano e che la attraversano, che non teme le differenze e promuove la giustizia sociale favorendo il rispetto e il pieno sviluppo di ciascun cittadino/a. Che si impegna a contrastare ogni forma di molestia e discriminazione basate su genere, disabilità, nazionalità, confessione religiosa, orientamento sessuale, identità di genere, età…
    Una città sicura per tutte e tutti, che non sottovaluta le paure ma nemmeno le ingigantisce. Che investe in prevenzione, partecipazione e progettazione per ridurre al minimo gli interventi emergenziali. Una città che pratica l’amministrazione condivisa per ridurre le diseguaglianze attraverso co-programmazione e co-progettazione.

    Continua a leggere